Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

XXII Edizione Musical “Funiculi Funicula” per i bimbi del Malawi

L’ALMA ‘ Scuola nel Mondo’ promuove, venerdì 24 maggio 2019, la XXII Edizione Musical dal titolo “Funiculi’ Funicula” con scenografie a cura della prof. Antonella Palmitessa.

Uno spettacolo denso di messaggi, valori, contenuti, performance:accoglienza, inclusione, integrazione, riscoperta delle radici e tradizioni. Uno spettacolo ricco di suoni e canti che si tramandano alle nuove generazioni.

Un tripudio di colori delle nostre terre Corale finale Funiculi Funicula’ 300 studenti dai 5 anni ai 18. Una esplosione di gioia. Il tutto per solidarietà, per quanti non hanno. XXII edizione Musical di Scuola nel Mondo -Teatro Curci – dodici Istituti scolastici in rete per la salvaguardia delle tradizioni 300 studenti per solidarietà, per chi poco ha!

“Scuola nel Mondo” www. scuolanelmondo.com “Alma” ha rafforzato negli anni la messa in rete degli organismi e degli enti scolastici delle due sponde Nord Sud, ha realizzato Progetti e laboratori didattici ‐ partendo dalle scuole – ma promossa anche tra gli adulti, le comunità e tutti i settori della società. Una sinergia tra Pubblico e Privato, tra Profit e Non Profit sostenuto da Regione Puglia, Comune di Barletta e la
collaborazione della rete di Istituti scolastici di Scuola nel Mondo.

Coordinamento e attuazione del Progetto “Scuola nel Mondo” attraverso il quale l’organismo ha promossoe attuato gemellaggi, scambi culturali, sostegno allo studio, assistenza e prevenzione sanitaria unitamente a progetti di sviluppo nei PVS. A.L.M.A. Onlus è un Organizzazione senza fine di lucro, nata nel 2003, riconosciuta ONG idonea dal MAE nel 2013, MAECI ‐ AICS Agenzia Italiana della Cooperazione allo Sviluppo 06.04.2016 ; Iscritta all’ Elenco Organizzazioni della Società Civile dal 2016 art.26 Lg 125 11.08.2004, opera nei Paesi del Sud del mondo implementando progetti e programmi di cooperazione allo sviluppo sostenibile. In Italia promuove e attua attività interculturali, di informazione, di educazione allo sviluppo…

Durante gli ultimi due anni, A.L.M.A. ha continuato a rafforzare la propria identità di organismo di cooperazione, operando con un approccio di partenariato sia a livello locale che a livello nazionale ed
internazionale, promuovendo e sostenendo in particolare progettualità relative al tema delle nuove cittadinanze, dell’auto‐sviluppo dei Paesi del Sud del Mondo, avendo particolare attenzione alla dimensione dell’educazione, della formazione e della promozione del ruolo della donna.

A.L.M.A, un’;organizzazione laica che si occupa di interventi sociali, sia sul territorio nazionale che internazionale, vuole riaffermare convinzioni ed orientamenti attraverso la ‘qualità’ del proprio lavoro:
sensibilizzare i cittadini del Nord circa i temi dello sviluppo, della cooperazione e della solidarietà internazionale; contribuire alla lotta contro la povertà e promuovere un maggiore partecipazione della cittadinanza.

ALMA ha adottato la nuova definizione di Educazione alla Cittadinanza Globale che, dopo il Summit alle Nazioni Unite di settembre 2015, è diventata il punto di riferimento interculturale “Cittadinanza globale si riferisce a un senso di appartenenza a una comunità più ampia e ad una comune umanità.

“Un cittadino del mondo: sa relazionarsi, decentrarsi ed è in grado di de‐colonizzare il suo modo di pensare, è in grado di muoversi dal locale all’universale sviluppando una dimensione olistica . Il cittadino del mondo sa cogliere l’interdipendenza e pensa in modo critico, sa immaginare e progettare ed agisce in modo responsabile per il bene comune”.

Il termine include interdipendenza politica, economica, sociale e culturale e interconnessione tra locale,
nazionale e globale.” Il ruolo dell’educazione è divenuto centrale per formare nei giovani e negli adulti gli strumenti critici necessari per diventare protagonisti della cittadinanza mondiale.

E’ esempio di una cooperazione fondata su principi di partecipazione, di collaborazione trasversale fra
attori diversi (Associazioni senza scopo di lucro, Enti Locali, Organizzazioni non governative, Cooperative sociali, Associazioni di categoria, Comunità religiose, Istituti scolastici, Aziende); una cooperazione
percepita come opportunità di apertura e arricchimento culturale e sociale, che permetterà di valorizzare le
esperienze, il linguaggio interculturale della comunicazione di scambio (i linguaggi dell’informazione), della
comunicazione d’uso (i linguaggi delle arti) della cultura multiculturale, laddove il ‘multiculturalismo’; non è
inteso come un’emergenza sociale da affrontare in termini di ordine pubblico, di tolleranza, di integrazione, quanto piuttosto in termini di messa in rete di saperi, culture, esperienze.

L’idea principale è stata quella di coinvolgere per lo più i ragazzi, scolarizzati e non, come motori di cambiamento, fornendo loro gli strumenti per promuovere la pace e la solidarietà tra i coetanei ‐ partendo dalle scuole – ma promossa anche tra gli adulti, le comunità e tutti i settori della società attraverso attività teatrali, musicali, canore.

Lavorando sul tema dell’istruzione, della sicurezza alimentare si sono riscontrati direttamente ed indirettamente miglioramenti nei settori educazione, lavoro, economia, dell’agricoltura, salute, nutrizione, ambiente, di genere in Italia e all’estero nei PvS.

9 scuole cittadine, in Rete e in collaborazione con l’ Associazione Alma Onlus un ❤️per l’Africa, che per 5 lunghi mesi, hanno lavorato alla realizzazione del Musical “Radici”, con particolare riferimento ad usi, costumi e tradizioni del sud Italia

Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

Spazio aperto le botteghe dell’arte e della creatività

L’iniziativa intende far emergere le potenzialità dei giovani dando visibilità alla creatività artistico – manifatturiera della nuova Provincia, promuovendo la manualità e favorendo nuovi modi di relazionarsi all’interno della cultura territoriale.

Opera artisticaIl concorso prevede due sezioni: la prima è riservata ai giovani talenti del privato sociale della Regione Puglia, che abbiano compiuto i 18 anni d’età, a cui saranno assegnati tre premi. L’opera prima classificata della prima sezione sarà utilizzata come logo dell’edizione 2010. La seconda sezione è invece riservata alle scuole di ogni ordine e grado dei Comuni della sesta Provincia. Si aggiudicheranno i premi in palio gli istituti che allestiranno la bottega più interessante e originale.

Il concorso è inserito nella manifestazione “Festa di primavera in… fiore ”, presso i giardini del Castello di Barletta dalle ore 9.00. I singoli partecipanti faranno da guida al pubblico che visiterà gli stand, illustrando il percorso artistico e le metodologie utilizzate, nonché le tecniche di lavorazione per la realizzazione delle proprie opere, che saranno valutate da un’apposita giuria. La cerimonia di premiazione si svolgerà nel pomeriggio a conclusione della manifestazione.

Inoltre, le opere in concorso saranno esposte all’interno della Galleria del Teatro Curci dal 1 al 6 maggio 2011 e il pubblico liberamente potrà valutarne l’originalità e la bellezza. E’ possibile partecipare al concorso inviando la domanda di partecipazione alla segreteria del premio “ delphi kokomo Spazio aperto: Le botteghe dell’Arte e della Creatività ALMA Onlus, via Nazareth, 4 – 70051 Barletta.

Per il ritiro della modulistica gli interessati potranno scaricare il bando e la domanda:

o rivolgersi presso:

  • Sede ALMA Onlus, via Nazareth, n 4 – tel. 328 2654400;
« 1 di 2 »
Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

Al via ai laboratori

Sinergia tra Profit e Non Profit per un unico obiettivo: educare al pensiero critico, arricchire la conoscenza; proporre incontri, occasioni di testimonianza, momenti di vera e propria “contaminazione multiculturale”; sostenere l’azione educativa tra le giovani generazioni in modo che possano contribuire a promuovere e agire per l’equità sociale.
L’idea di fondo sorge dall’interesse di contribuire alla formazione di giovani generazioni capaci di affrontare le nuove sfide dell’integrazione, di elaborare schemi di intervento didattico/educativo sul territorio nazionale ed internazionale al fine di educare al pensiero valoriale.
Input che favoriscano la formazione del carattere, il senso di responsabilità verso se stessi e verso il prossimo.

Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

Il progetto che nutre

Dal 1997, il 17° anno di “Scuola nel Mondo” un percorso d’intercultura, gemellaggio e solidarietà
promosso da Alma e una rete di scuole di ogni ordine e grado del territorio

(in media 15 istituti durante ciascun anno), finalizzato al rafforzamento di rapporti interculturali con le comunità dei PvS, alla solidarietà, al gemellaggio con scolaresche di paesi dei paesi in cui Alma opera, al SaD (sostegno a distanza) internazionale e territoriale, alla cooperazione allo sviluppo.
Un intervento di educazione interculturale diventa un progetto educativo globale, metadisciplinare, mirato alla maturazione complessiva degli allievi e che tiene conto inoltre delle condizioni nutrizionali, delle abitudini alimentari della popolazione scolastica nel suo contesto familiare, territoriale, culturale, mondiale.

Scuola nel Mondo 2014 e 2015 – Il progetto che nutre

Il rapporto con il cibo è complesso: è intimo, quotidiano, denso di significati simbolici e psicologici, si definisce all’interno di una cultura,he cambiano in continuazione, muove il senso dell’appartenenza, si misura con una ricca offerta di consumi e con strutture e comportamenti sociali nuovi. Il progetto che nutre è stato fortemente voluto da ALMA, che da anni svolge azioni di sensibilizzazione nei confronti delle nuove generazioni su temi che riguardano il diritto al cibo, la fame nel mondo, la cooperazione allo sviluppo, la solidarietà, la crescita comune.

Con Focsiv è inserito nell’ambito della campagna nazionale di sensibilizzazione e formazione elaborata dagli organismi, dalle associazioni e dai movimenti cattolici italiani per rispondere unitariamente all’appello del Papa «a dare voce a tutte le persone che soffrono silenziosamente la fame, affinché questa voce diventi un ruggito in grado di scuotere il mondo». Un appello che Papa Francesco aveva lanciato in un videomessaggio lo scorso 10 dicembre 2013 per l’avvio della campagna internazionale sul diritto al cibo promossa da Caritas Internationalis.
Il compito della scuola è anche quello di addestrare i ragazzi ad una alimentazione sana e corretta, ma soprattutto di accompagnarli nella conquista di un atteggiamento che consenta loro di capire, di scegliere, di promuovere il proprio e l’altrui benessere.

Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

11^ Festa di Primavera 2015 – Volunteer Day

11^ Festa di Primavera 2015 – Volunteer Day. Una goornata in cui si fa la differenza, si fa volontariato, si promuove la cultura della pace e della cooperazone internazionale. Una festa di colori, d’impegno sociale che si svolge alla fine di maggio.

Attesa da piccoli e grandi e un’esplosione di solidarietà  cittadina tra artisti, studenti e famiglie. Migliaia di palloncini in parata, a festa, prendono il cielo all’unisono grido: Ciao Malawi,ciao Perù, ciao Zambia. E’ una manifestazione gioiosa e partecipata che dal mattino si protrae sino a sera. L’intera giornata scorre tra dibattiti, scambio e premiazione di buone prassi di cooperazione internazionale, canti, rappresentazioni, artisti di strada, giochi di squadre.

Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

SaD territoriale: lotta alla povertà

SaD, centro di sostegno a vicinanza territoriale, nato per contrastare la povertà, per rafforzare la rete di solidarietà esistente nel territorio e aiutare i soggetti e le famiglie che vivono in condizioni di difficoltà.

Accordo siglato con il Banco delle pere di Carità. “Lotta alla Povertà”, un progetto che contiene in sé sia il diretto richiamo alla Campagna di Caritas Internationalis, lanciata da Papa Francesco. Noi ALMA, una nuova forma di cooperazione per concentrare i punti di forza presenti sul territorio, per contribuire al meglio al sostegno equilibrato delle fasce vulnerabili e praticate strategie del dono consapevoli e dignitose. Obiettivo del programma SaD territoriale: potenziare una politica di coesione pugliese congiunta per dar vita alla realtà SaD, centro di sostegno a vicinanza territoriale a favore delle fasce vulnerabili. Un progetto nato per contrastare la povertà, che aderisce al programma “Lotta alla Povertà” per rafforzare la rete di solidarietà esistente nel territorio e aiutare i soggetti e le famiglie che vivono in condizioni di difficoltà. La convenzione stipulata con il Banco  delle Opere di Carità e la Coop Estense serve a fronteggiare questa emergenza, portando un po’ di sollievo alle famiglie che non riescono a comprare il necessario per il loro sostentamento. per far fronte alle prime necessità.

Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

Comunità e intercultura

Comunità e intercultura, martedì 7 ottobre 2014, il quinto appuntamento di “Spazi Migranti” È questo il titolo del terzo dei cinque seminari di formazione ed aggiornamento destinato a tutti gli operatori coinvolti nel progetto “Spazi Migranti”

seminario migrantiComunità e Intercultura”. , in programma martedì 7 ottobre, a partire dalle ore 9.30, presso la sede della Provincia in Viale De Gemmis 42/44 a Trani. “Spazi Migranti” è il Centro Interculturale per cittadini migranti promosso dalla Provincia di Barletta – Andria – Trani per favorire l’integrazione sociale, economica e culturale dei cittadini stranieri che vivono nel territorio; un’iniziativa finanziata dalla Regione Puglia e dalla Provincia, attraverso il Settore Politiche Sociali, che fa leva su una serie di azioni destinate a costruire una sorta di puzzle dell’integrazione.

Dopo aver approfondito gli strumenti per la comunicazione interculturale e l’importanza della “rete” nel campo dell’immigrazione, questa volta il percorso seminariale toccherà diversi argomenti che animano la vita delle comunità migranti e che, allo stesso tempo, determinano i processi di interazione e le dinamiche di integrazione nelle realtà locali.Lavoro, religione, diritti, doveri, informazione, minori: sono tanti

Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

Puglia terre dei popoli e delle culture

“Puglia, Terra dei popoli e delle culture” intende rafforzare la sensibilizzazione sul territorio per abbattere una serie di pregiudizi preesistenti, di progettare e moltiplicare i momenti d’incontro tra culture diverse,

“Puglia, Terra dei popoli e delle culture” intende rafforzare la sensibilizzazione sul territorio per abbattere una serie di pregiudizi preesistenti, di progettare e moltiplicare i momenti d’incontro tra culture diverse,sviluppare strategie mirate a un più consapevole confronto interculturale che coinvolga in profondità l’intero tessuto della società civile, promuovendo occasioni concrete di contaminazione volte a migliorare la convivenza tra culture diverse, ad ampliare gli spazi di socializzazione, di coesione sociale.

Intende scavare a fondo nella propria identità culturale, aprendosi nello stesso tempo al confronto attivo e critico con le ‘diversità’, con le ‘culture degli altri’.
regione PugliaProgetto sostenuto dalla regione Puglia

Posted by: | Posted on: Novembre 30, 2020

Food no food

porvertà

La povertà ci fa paura. E le “nuove” povertà ci fanno forse più paura delle “vecchie”, perché ci ricordano quanto sia facile cadere in uno stato di indigenza. E la paura può portare a reazioni non razionali che alimentano stereotipi e pregiudizi che non giovano alla ricerca di soluzioni. L’attenzione per povertà e nuove povertà sorge dall’interesse di contribuire alla formazione di giovani generazioni capaci di affrontare le nuove sfide dell’integrazione, dell’interculturalità e della solidarietà concreta attraverso sinergie territoriali di volontariato profit e no profit.

Attività in cui studenti e docenti sono coinvolti in servizi a favore della comunità locale. Attività pianificate e realizzate assieme ad enti, risorse esterne alla scuola.